Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

di tutto un po'

Avisini: un'irresistibile voglia di impegnarsi

È quasi inutile ripetere che i libri di don Antonio Mazzi, finiscono per essere sempre una forte provocazione che ti coinvolge e non ti lascia più come prima. Così è per l'ultima pubblicazione, “Stop ai bulli”, che ci mette davanti “la violenza giovanile e la responsabilità dei genitori” in pagine essenziali ma incisive, che chiamano in causa tanti problemi, con descrizioni e riferimenti a fatti realmente accaduti.

Nelle pagine centrali scrive questo prete di strada: “Io, prete dei disperati e di quelli che ne combinano di tutti i colori, mi arrabbio quando, sfogliando i giornali, leggo pagine su pagine che parlano del bullismo dei nostri ragazzi, dei branchi che nascono ad ogni piè sospinto e dello sfascio delle aule scolastiche. Mi rifiuto di credere che questi siano i nostri ragazzi. Vorrei anche ribellarmi alla facilità con la quale i quotidiani indugiano e rimestano dentro le cose peggiori”.

E subito segue un momento della sua realtà non facile, ma ricca di avventure: “Da parte mia, potrei raccontare decine e decine di altre storie di ragazze e ragazzi che fin dall'adolescenza si impegnano in opere di solidarietà con costanza e grande equilibrio. Sono loro i primi a credere che aiutare gli altri fa bene a noi stessi”.

Quindi propone un preciso interrogativo: “Perché non abbiamo il coraggio di divulgare esempi di questo tipo sui quotidiani e sui settimanali che contano? Nella nostra testa bacata siamo ancora convinti che si leggano più volentieri articoli su omicidi-suicidi tra mariti, mogli e figli, che non episodi di impegno civile...”.

L'augurio che ci rivolgiamo può essere quello che le azioni positive, quelle che veramente contano e creano storie di speranza nella nostra società sempre più ingiusta e agitata, trovino maggior spazio e risalto.

L'AVIS e gli Avisini sono sempre in prima fila nel farsi promotori di una storia diversa, più ricca e capace di educare le coscienze. Con le nostre iniziative speriamo di aver invogliato e desideriamo continuare a spingere molti ad essere artefici di umanità, a non chiudersi nei piccoli problemi personali di fronte alle numerose urgenze degli altri.

Non sappiamo se abbiamo raggiunto grandi traguardi, però non è mai mancata la nostra volontà di costruire una stagione migliore, capace di abbattere le barriere dell'egoismo e dell'indifferenza. E desideriamo continuare a credere e a percorrere questa strada ad ogni costo, con “un'irresistibile voglia di impegnarsi” secondo la logica di don Mazzi.

Carlo Moretti


1 2009


deco
di tutto un po' Da Casa A...

copertina cuntomela

copertina

battesimi Borno Pasqua 2009
Chiamati alla vita della ...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)