Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

Santi delle nostre terre

Caterina Comensoli da Bienno: Santa !!!

Qualche anno fa è apparso in libreria un bel libro dal titolo un po’ curioso: “I Santi danno fastidio”. Dentro quel libro vengono date anche, in modo chiaro, le ragioni del titolo.

caterina comensoli

È vero: i Santi danno fastidio! Ma... perché?


Caro lettore/lettrice, la nostra Valle, questa nostra terra Camuna benedetta da Dio, dovrà un giorno fermarsi, interrogarsi, chiedersi il perché di tanta Grazia dal Cielo e per di più, fatta eccezione per le Sante di Lovere, tutta concentrata in questa nostra Zona.

Ne siamo degni?

Le Sante di Lovere, Beato Giuseppe Tovini, Beato don Mosè Tovini, Beata Annunciata Cocchetti, Beato Innocenzo da Berzo e ora Santa Geltrude Comensoli. Quanta Grazia di Dio e che varietà di doni!

Papa Benedetto all’Angelus del 1° Novembre scorso diceva: «Visitando un vivaio botanico, si rimane stupefatti dinanzi alla varietà di piante e di fiori, e viene spontaneo pensare alla fantasia del Creatore che ha reso la terra un meraviglioso giardino. Analogo sentimento ci coglie quando consideriamo lo spettacolo della santità: il mondo ci appare come un "giardino", dove lo Spirito di Dio ha suscitato con mirabile fantasia una moltitudine di santi e sante, di ogni età e condizione sociale, di ogni lingua, popolo e cultura...»

La Santa Geltrude, nuovo fiore di questo Giardino, canonizzata nello scorso 26 Aprile, insegna all’uomo di oggi, frettoloso e distratto, a fermarsi, a STARE con LUI.. per fare rifornimento per poi andare a FARE BENE IL BENE.

Sempre Papa Benedetto XVI, nell’omelia pronunciata in occasione della Canonizzazione di Madre Comensoli diceva: «In una società smarrita e spesso ferita, come è la nostra, ad una gioventù, come quella dei nostri tempi, in cerca di valori e di un senso da dare al proprio esistere, santa Gertrude indica come saldo punto di riferimento il Dio che nell’Eucaristia si è fatto nostro compagno di viaggio. Ci ricorda che “l’adorazione deve prevalere sopra tutte le opere di carità” perché è dall’amore per Cristo morto e risorto, realmente presente nel Sacramento eucaristico, che scaturisce quella carità evangelica che ci spinge a considerare fratelli tutti gli uomini».

Cari lettori, abbiamo avuto, tutti, in dono un grande DONO, un esempio da imitare perché noi e la nostra Valle torniamo a diventare Giardino che offra fiori belli, freschi, profumati di Santità.

A noi tutti, l’augurio di un buon cammino.

Don Aldo


Estate 2009


bambini al catechismo
ripensandoci A proposito ...

copertina cuntomela

copertina

Arcangelo Tadini
Santi delle nostre terreL...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)