Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

Oratorio Arcobaleno

Una sola grande famiglia

gruppo adolescenti

Sembrava un’impresa impossibile e, invece, si è rivelata un’esperienza fattibile.

Quando don Albero parlò a noi animatori della possibilità di far vivere ai ragazzi, adolescenti e giovani un’esperienza di condivisione in autonomia, per una settimana nella casa delle suore, ci sembrò una splendida idea.

Io, personalmente dubitavo un po’ per problemi di attuazione pratica.

Ho dovuto fare i conti con la “temerarietà” del Don che, parlandone con i ragazzi, ha cominciato a raccogliere più adesioni del previsto. Sappiamo bene quanto i ragazzi rispondano di fronte a tutto ciò che per loro corrisponde a un nuovo stimolo.

gruppo adolescenti

Ci siamo così ritrovati noi animatori a ragionare su questa ipotetica settimana, pensando agli obiettivi, alle finalità e regole. Il primo passaggio era pronto.

Preparati i moduli di iscrizione con la richiesta di delega di responsabilità da parte dei genitori e le richieste di firma di adesione al "contratto" richiedendo responsabilità ad ogni partecipante e specificando gli obiettivi:
- stare insieme come in una grande famiglia dove uno deve essere rispettoso dell’altro;
- mantenere gli impegni quotidiani (priorità per la scuola e lo studio);
- collaborazione nella conduzione della casa;
- condivisione dei momenti di preghiera;
- rispetto delle regole.

La finalità era vivere una settimana in autonomia, con la possibilità di rafforzare il grado di amicizia, misurando onestà, rispetto e osservanza delle regole.

Il risultato? Possibilità di CRESCITA PERSONALE.

Un grosso scoglio è stato organizzare i vari gruppi di lavoro che, in base agli impegni scolastici e sportivi, dovevano concretamente provvedere alla sveglia per la colazione, al riordino, alla preparazione dei posti, alle pulizie e così via.

Ci sono servite tre riunioni per mettere tutto nero su bianco, spesa e menù settimanali compresi: era tutto pronto e sotto la supervisione del don!

In 40 hanno fatto l’ingresso nella casa domenica sera 29 aprile, con le loro valigie piene di indumenti personali, zaini con i libri per la scuola, ma il bagaglio più importante, a mio avviso, era la loro voglia di stare insieme e ognuno, con il proprio metro di misura, il proprio carattere e la propria personalità, sperimentarsi in questa nuova avventura.

Pur conoscendo tutti i ragazzi, chi in modo superficiale, chi in modo più profondo, passare i momenti liberi all’interno della casa è stata per me l'occasione per cogliere tutte quelle sfumature che solo la convivenza ti può permettere di notare.

Negli occhi dei nostri ragazzi mi è piaciuto vedere lo sguardo del figlio che mi è mancato, e questo li ha resi per me ancor più speciali, senza per questo tralasciare il mio ruolo di educatrice che, in alcuni momenti, ha richiesto anche un giodizio critico ed obiettivo, fino ad essere ferma di fronte a quegli aspetti di trasgressione che dovevano necessariamente essere indirizzati al bene per loro.

L’esito della settimana, posso dire è stato impegnativo, ma ben riuscito.

La mia speranza è che i ragazzi abbiano riportato a casa un bagaglio non più pesante, ma più ricco e per qualcuno forse più oneroso, quindi... speriamo alla prossima esperienza.

Devo un elogio particolare ai prefetti che ogni giorno guidavano la preghiera e prestavano attenzione vigile su tutto il gruppo, e non di meno a don Alberto, risorsa arricchente, con il suo modo di essere padre, fratello, amico, ma soprattutto guida morale e spirituale.

Un grazie grande come il mondo.

Leo


Estate 2009


gruppo adolescenti
Oratorio Arcobaleno Il po...

copertina cuntomela

copertina

chierichetti a Loreto
Oratorio ArcobalenoTra sp...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)