Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

Oratorio Arcobaleno

La preparazione alla cresima

Vieni, Santo Spirito, manda a noi dal cielo un raggio della tua luce.
Vieni, padre dei poveri, vieni datore dei doni, vieni luce dei cuori.
Consolatore perfetto, ospite dolce dell’anima, dolcissimo sollievo.
Nella fatica, riposo, nella calura, riparo, nel pianto conforto.
O luce beatissima, invadi nell’intimo il cuore dei tuoi fedeli.
Senza la tua forza, nulla è nell’uomo, nulla senza colpa.

cresimari bormo 2009

Sono i primi versi di una delle antiche preghiere sullo Spirito Santo, perché da sempre i Cristiani invocano il suo aiuto, forse mai così attuale nelle richieste. Mi piace pensare che questa splendida preghiera sia stata il filo conduttore della nostra preparazione al sacramento della Confermazione. Un percorso difficile non solo per l’impegno richiesto ma, per quanto mi riguarda, anche perché nessuno dei sacramenti che ho fino ad ora ricevuto, ha generato in me tanta insicurezza.

Se per la Confessione e per la Prima Comunione ho potuto contare sulla spensieratezza e l’incosciente entusiasmo dell’infanzia, cosi non è stato per la Cresima. Ben consapevole che mi stavo preparando a "completare" il Battesimo, non ho potuto fare a meno di considerare la Cresima un po’ come "il sacramento del passaggio" dall’infanzia all’età adulta, il sacramento della raggiunta maggiore età, con tutto il carico di disagio, di insicurezze, di responsabilità e di aspettative che questo comporta.

Anna e Aurelio da un lato, don Giuseppe e don Alberto dall’altro hanno sicuramente svolto un lavoro superlativo. Non deve essere sempre stato facile trasmetterci il loro entusiasmo!

Ognuno di noi ragazzi vive realtà e situazioni diverse quindi, inevitabilmente, accanto a qualcuno più interessato c’era chi, invece, era immerso in tutt’altri pensieri. Ecco allora puntuali i "blitz" di don Giuseppe nell’aula di catechismo e le sue temute interrogazioni anche se l’aria burbera che lo caratterizza non impaurisce ormai più nessuno. Noi ragazzi, più degli adulti, ben sappiamo che le sue reprimende si concludono sempre con una "pesante carezza", con un "doloroso buffetto" e con il suo appoggio incondizionato.

La preparazione alla Cresima è stata l’occasione per introdurre tutti noi "nell’arte di vivere" in modo davvero intenso, così da non aver bisogno di "sballi" nuovi per sentirci vivi. È stata vissuta attraverso esperienze profonde, oltre che attraverso i fin troppo prudenti discorsi sulla vita. Accanto a momenti di silenzio, meditazione, preghiera ci sono stati molti momenti conviviali e allegri, passati insieme, perché anche all’interno del gruppo ci è stato dato modo di esercitare il nostro senso di responsabilità.

Il giorno della Cresima lo Spirito Santo non ha badato a spese e ci ha donato, non uno ma ben sette doni: contenti o tristi, sicuri o incerti possiamo contare su un amico in più al nostro fianco. Giocare la partita del Vangelo nella vita di ogni giorno sarà più semplice perché Lui renderà forti le nostre gambe.

Non trovo parole migliori, per concludere queste mie brevi riflessioni sulla preparazione alla Cresima, che i versi finali della preghiera con cui ho aperto. Quale miglior auspicio...

Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina.
Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido, drizza ciò che è sviato.
Dona ai tuoi fedeli, che solo in te confìdono, i tuoi santi doni.
Dona virtù e premio, dona morte santa, dona gioia eterna.
Amen.

Giacomo

cresimari bormo 2009

Appena iniziato l'anno catechistico i nostri catechisti hanno iniziato a prepararci ad un importane passo della nostra vita di fede: la cresima, il quarto sacramento.

Inizialmente nuove preghiere sono state aggiunte all'incontro come l’invocazione allo spirito, e durante ogni lezione ripassavamo i sette doni dello Spirito Santo: sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza, pietà e timor di Dio.

Dal 2009 ai soliti incontri si sono aggiunti quelli con don Giuseppe, che ci ha aiutato ad approfondire il significato dei sacramenti, della Bibbia, delle parabole e dei miracoli e altri argomenti come le virtù cardinali.

Il giorno della Cresima era fissato per il 26 aprile 2009, e il nostro Cardinal Re ci avrebbe conferito il sacramento con il crisma.

Durante l’anno i nostri catechisti ci hanno proposto anche un’opera di carità: donando ciascuno 1,50 euro abbiamo potuto aiutato un bambino delle Filippine nelle prime necessità quali il cibo e le medicine.

Arrivato il periodo di Pasqua don Alberto ci ha proposto di andare a Brescia per la Veglia delle Palme guidata dal vescovo. Quasi tutti abbiamo aderito e, dopo un lungo momento di preghiera, siamo tornati a casa tutti un po' assonnati.

La settimana dopo abbiamo preparato la Veglia di Pasqua e anch'io ho letto durante la celebrazione, che è stata molto bella. Poco dopo il Don ci ha chiamato per versare l'acqua, appena benedetta durante la Messa, in piccole bottigliette che il giorno di Pasqua sono state messe a disposizione per chiesa di chiunque le volesse prendere.

Il lunedì di Pasqua siamo partiti per Malonno, dove per due giorni abbiamo vissuto il nostro ritiro con momenti di preghiera, di gioco, di impegno e di svago.

Una settimana prima del fatidico appuntamento abbiamo partecipato alla preghiera serale in cui, ogni giorno, abbiamo pregato insieme e riflettuto su un singolo dono dello Spirito Santo.

Il 26 aprile ci siamo presentati tutti ben vestiti, alle dieci siamo andati ad accogliere e salutare il Cardinal Re e alle dieci e trenta ci siamo avviati, un po' emozionati, verso la chiesa per la solenne celebrazione della nostra Cresima.

Alessandro


Estate 2009


chierichetti a Loreto
Oratorio ArcobalenoTra sp...

copertina cuntomela

copertina

lettera dal Vaticano
I nostri bambini scrivono...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)