Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno torna inizio

Editoriale

“La classe non è acqua!” Dopo un successo professionale, un’impresa sportiva – magari meno infelice della Nazionale Italiana ai Mondiali di Calcio – dopo un’esaltante esibizione artistica capita che ci complimentiamo con i protagonisti dell’evento esclamando questa espressione.

Non sappiamo come sia nata, ma essa sembra voglia sottolineare che talento, capacità, intuizione non sono così diffusi come l’acqua che, almeno nel nostro paese di montagna, sgorga da ogni dove.

“Sembra la squadra dell’oratorio”, “questo non è il giornalino parrocchiale”, “è proprio un guidatore della domenica”... sono altri modi di dire che, guarda caso, sono sempre rivolti ai vissuti delle comunità cristiane, e sembrano evidenziare come molte nostre iniziative, pur essendo riconosciute frutto di buona intenzione e volontà, vengano considerate poco professionali, appunto poco di classe.

Accogliendo queste battute come positivo invito a fare sempre più bene il bene che possiamo fare e testimoniare, a noi piace comunque rimanere dalla parte dell’acqua.

Da sempre essa è e rappresenta la vita, dono non per pochi ma per tutti; è elemento prezioso che, magari, noi sprechiamo perché ne disponiamo ancora in abbondanza, mentre in altre parti del mondo la gente ne soffre la mancanza.

In ogni cultura, come per altri elementi essenziali, l’acqua assume tanti significati ed è sufficiente aprire la Bibbia per essere inondati da una serie infinita di simbologie legate all’acqua.

Il nome del nostro patrono – celebrato anche quest’anno, oltre che con addobbi esterni molto belli grazie al lavoro di numerosi volontari, con diversi momenti di preghiera anche per le vie del paese – è seguito dalla qualifica della sua missione: il Battista, ovvero colui che battezza, che immerge nell’acqua, quell’acqua che rappresenta la grazia di cui tutti abbiamo bisogno per irrorare le nostre aridità e trasformarci in qualcosa di bello, di grande, di vero.

Certamente in questi anni per la nostra comunità don Alberto è stato una fontana dalla quale ragazzi e giovani, ma non solo loro, hanno potuto attingere amicizia, sostegno e gusto per quella liturgia che, da segno esteriore, può trasformarsi in occasione per vivere e aumentare sempre più la stessa amicizia con il Signore.

Una donna ce l'ha fatta ad essere piena di grazia e fonte di bellezza. È stata Lei la prima creatura che ha raggiunto quella vetta, quella classe, probabilmente lontana dai parametri del mondo, ma che è riservata in dono non per pochi, ma per chiunque, come Maria e con Maria, abbia il coraggio di alzare gli occhi verso l’Infinito per accogliere la Sua volontà e attendere le grandi cose che Egli ha pensato per ciascuno di noi.

La redazione


 

 L'Assunta >>>



Estate 2010

copertina cuntomelaEstate 2010
Clicca per ingrandire la copertina.

Estate 2010 - tutti gli articoli

S O M M A R I O

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)