Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

Sia lodato il Signore

Santana, 22-11-2010

Carissimi amici,
come avevo promesso, eccomi qui a voi per darvi le ultime notizie. Il viaggio è andato molto bene e gli aerei sono stati sempre puntuali: tutto sommato sono state più di 20 ore di volo. Sono arrivato a destinazione con le gambe e i piedi gonfi: questo è normale dopo un viaggio così lungo.

Tutte le volte che vengo in Italia c'è sempre qualcosa che mi fa tribolare. Quattro anni fa fu la sciatica, quest'anno invece c'è stata l'operazione alla prostata. Ma sia lodato il Signore: è andato tutto bene!

Ringrazio tanti amici e benefattori che, anche con sacrificio, hanno voluto aiutare le mie opere missionarie. Ricordarli tutti è impossibile se non nella preghiera. Un grazie particolare va a don Francesco per la sua sensibilità davvero missionaria. Mi ha accolto come un fratello e amico.

Ringrazio tutto il gruppo missionario per la sua disponibilità e capacità nell'essere di aiuto al missionario: siete tutti davvero bravi. Complimenti! Durante la mia malattia e degenza in ospedale molte persone mi hanno aiutato. Ricordo specialmente il dottor Giumelli e la dottoressa Liviana Gregorolli che mi ha insegnato a fare fisioterapia.

padre defendente

Ma ci sono due persone, senza voler far torto a nessuno, che voglio ringraziare in maniera particolare: Ivana e Antonella. Qualcuno ha voluto paragonare Ivana alla compianta Adelina Trotti. Antonella mi diceva che la nostra infermiera mi ha salvato la vita. Devo anche ringraziare i miei parenti per la sollecitudine avuta nei miei confronti. Sia lodato il Signore per tutte queste persone buone.

Dicevo del mio viaggio che è andato molto bene. Al mio arrivo ho avuto una gradita sorpresa. Un piccolo pulmino pieno di gente, specialmente bambini, aspettava all'aeroporto. Quando sono sceso dall'aereo hanno cominciato a sventolare palloncini e bandierine: mi sono emozionato e, a stento, ho trattenuto qualche lacrima furtiva.

Adesso devo fare una rigorosa dieta e vincere tante tentazioni. In Italia a malapena sono riuscito a vincerle. Speriamo di fare lo stesso anche qui.

Con l'aiuto del signore ho ancora da fare tante cose: ristrutturare i tetti delle nostre chiese e ambienti ecclesiali, tutti coperti con tegole di amianto, fare ancora alcuni pozzi artesiani e continuare l'assistenza ai bambini disabili. C'è anche in progetto una cappella con annesso centro sociale da realizzare in periferia, che vogliamo dedicare alla Madonna dei Poveri.

Concludo augurando a tutti un buon Natale! Che il Signore vi benedica e protegga sempre.

Ciao a tutti.

Con tanto affetto e gratitudine

Frei Defendente Rivadossi


Natale 2010


deco
La missione continuerà a...

copertina cuntomela

copertina

padre narciso
I saluti e gli auguri di ...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)