Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

dalle missioni

Dio vi benedica!
Padre Giacomo ringrazia

Manila, Natale 2009

Carissimi amici di Borno,

da alcune telefonate che ho ricevuto, sembra che siate tutti affaccendati per il Progetto delle Lamiere per Manila, per dare un tetto a mille famiglie che hanno avuto la loro casa distrutta dal tifone.

Sinceramente mi ha commosso sentire dell'entusiasmo che ci state mettendo perché questa iniziativa di solidarietà riesca appieno. Non dico, “Dio vi benedica!” perché vi ha già benedetto e la generosità con cui state lavorando ne è la prova.

Dio è grande nel suscitare la generosità nei cuori e voi siete grandi nel lasciare che questa solidarietà di Dio, passi attraverso i vostri cuori. Sono questi i miracoli che piacciono a Dio. Dio non ama molto fare miracoli in cui sia Lui a fare tutto, preferisce i miracoli in cui riesce a coinvolgere un gran numero di persone, un intero paese.

Qui intanto le cose stanno già muovendosi. Con dei soldi ricevuto da altre fonti abbiamo cominciato a fare qualcosa, sapendo che poi avremmo ricevuto il vostro aiuto. Cinquecento famiglie hanno già ricevuto le lamiere per riparare le loro case. Hanno dovuto arrangiarsi da soli per procurarsi il legname per la intelaiatura del tetto. Tutti hanno cercato di recuperare quanto possibile della casa vecchia: legname, vecchie lamiere, che hanno raddrizzato e ritagliato, porte e finestre. Ognuno ha ricevuto a seconda del bisogno: chi 3, chi 4, chi 5, chi 10 lamiere, magari con 2 o 3 o 4 fogli di faesite. È commovente vedere come con un po' di aiuto riescano a rimettersi a tetto, sentirsi a casa di nuovo e ricominciare a sorridere e sperare.

Le case che vengono messe insieme non sono un gran che, tutte rattoppate come sono, ma sono sempre una casa in cui ricominciare a vivere come famiglia. I miglioramenti verranno col tempo e con la buona volontà di mettercela tutta nella lotta per la vita.

Un papà di famiglia mi diceva: “Padre, avevo perso ogni speranza e, non potendo più sopportare di vedere la mia famiglia senza cibo e senza casa, ero stato tentato di andarmene, di scappare. Poi, invece, il cibo offertoci dalla solidarietà dei buoni e il vostro aiuto per ricoprire la casa, mi hanno ridato coraggio. Siamo di nuovo in casa nostra e, anche se a fatica, riusciamo a mangiare insieme ogni giorno, qualche giorno una volta sola, qualche giorno due volte e qualche giorno abbiamo persino la merenda! Dio vi benedica!”

Queste parole di speranza e di ringraziamento le passo a voi, perché siete voi che vi state impegnando perché molte altre famiglie ritrovino la stessa speranza. Sarà il miracolo di questo Natale!

Anche le attività parrocchiali hanno ripreso appieno. Il 12 dicembre abbiamo avuto la festa patronale, la Madonna di Guadalupe. E la gente ha saputo far festa anche con poco. C'è stata tanta gioia. Ci sono state anche 225 Cresime e sono in vista per gennaio più di mille prime comunioni.

La vita è potente, ha una capacità di ricupero che è davvero miracolosa. E noi ne siamo testimoni! Sorgente e liberatore di questa vita è il Bambino che accogliamo a Natale: sembra fragile, ma è potente! Grazie a tutti voi per essere suoi collaboratori! Buon Natale e Felice Anno Nuovo!

Sempre con tanta gratitudine e amicizia, vostro

P. Giacomo


Pasqua 2010


accoglienza don Francesco
Ormai sono di Borno

copertina cuntomela

copertina

padre Defendente
La fede che si trasforma ...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)