Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

ripensandoci

La Pasqua del Signore

Siamo giunti al termine del nostro itinerario quaresimale iniziato 40 giorni fa con il rito delle ceneri. Siamo giunti al culmine della celebrazione annuale della nostra fede, per la prima volta celebrato con voi bornesi. Siamo giunti alla notte di veglia in onore del Signore, la notte beata nella quale Cristo, “spezzando i vincoli della morte, risorge vincitore dal sepolcro”.

La sera prima del giorno splendente di Pasqua, abbiamo celebrato la grande veglia. La liturgia della luce, la liturgia della Parola, la liturgia battesimale, ci hanno condotti e, ricordando, ci condurranno ancora alla liturgia delle liturgie, la liturgia eucaristica pasquale. Fuori dalla chiesa il fuoco benedetto ci ha invitato a far sì che le feste pasquali accendano in noi il desiderio del cielo. Il cero che abbiamo introdotto in chiesa cantando “Cristo luce del mondo” è simbolo di Cristo-Dio, alfa e omega e sta a dirci che la luce del Signore risorto nella gloria disperde le tenebre del cuore e dello spirito.

La liturgia della Parola, attraverso le letture proclamate, ha gettato i fasci di luce della rivelazione su questa nostra storia desiderosa di incontrare Dio. La liturgia battesimale che abbiamo vissuto ci ha riportato ai secoli lontani nei quali i catecumeni, dopo una lunga preparazione, ricevevano il battesimo, fonte di grazia e di rigenerazione, proprio nella notte in cui Cristo risorge vincendo la morte e sconfiggendo il peccato. E dopo la veglia, alla luce del giorno, anche noi potremo con l'immaginazione del cuore condividere i sentimenti e lo stupore delle donne che per prime ricevettero l'annuncio della resurrezione: “non abbiate paura, colui che cercate non è qui. È risorto”.

E se ancora non siamo saturi delle cose inutili del mondo, nel vuoto che abbiamo fatto dentro di noi in questa Quaresima, risuonerà di nuovo questo annuncio che fa tremare i nemici del Signore e fa intimorire e gioire insieme i suoi amici. Tremore, timore e gioia: sono i sentimenti contrastanti che si generano in noi di fronte alla resurrezione. Tremore generato dalla paura in coloro che hanno crocifisso Gesù che ora, con potenza, ritorna alla vita. Timore e gioia che invadono il cuore di coloro che hanno amato Gesù, che ancora non riescono a credere che egli sia veramente risorto eppure, attratti da questo evento sconvolgente, vanno a Lui. Timore e gioia grande devono essere anche i nostri sentimenti perché oggi, ancora una volta, celebriamo il ricordo attualizzato di un evento che ha trasformato la storia.

Davvero la resurrezione è il segno autentico dall'amore di Dio, dell'identità del figlio di Dio e dell'interesse senza limiti che Dio ha per noi uomini. Dopo che Gesù è risorto, nulla è più come prima: l'uomo è realmente liberato, è realmente riconciliato con Dio, unico sommo bene dell'uomo.

È un evento che porta conseguenze dirette anche per noi questo? Certamente. Cristo risorto chiama, chi lo ha scelto e seguito, a risorgere, a rinnovarsi e a cambiare vita qui ed ora. Chiama a cambiare vita, sapendo che è una lotta quotidiana, una guerra difficile, ma non impossibile da vincere; cambiare vita sapendo che convertire la vita, cioè lasciare ciò che è male in noi per ritrovare l'amicizia perduta con Dio, è il nostro bene.

È come possibile questo? San Paolo ci aiuta con una immagine efficace: svestitevi dell'uomo vecchio, che si corrompe seguendo le passioni ingannatrici, e rivestitevi dell'uomo nuovo creato da Dio, nella giustizia nella verità. Cristo è l'uomo nuovo, Colui che può rinnovarci, farci più giusti e più veri, più uomini e donne autentici. Ecco l'invito della Pasqua: ascoltiamo Lui, seguiamo Lui, viviamo per Lui. E il nostro uomo vecchio cadrà, lasciando il posto alla vita nuova.

Buona Pasqua e il Signore sia la vostra gioia.

Don Francesco


Pasqua 2010


don francesco in chiesa
Editoriale

copertina cuntomela

copertina

deco
Attacco contro il Papa e ...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)