Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

Giovanni Battista via tracciata per la nostra vita

Il 24 giugno per noi bornesi è un giorno importante poiché rinverdisce la scelta dei nostri avi, quando scelsero S. Giovanni Battista come patrono e protettore. Certamente la figura di questo santo è molto ricca di insegnamenti, tra i quali ne emergono alcuni che più che mai sono validi anche per noi. Il suo messaggio forte di conversione più che un avvertimento terrorizzante sulle possibili punizioni di Dio, è un invito accorato ad accogliere, con una vita cambiata, l’amore di Dio che perdona, purifica, riaccoglie, esalta la nostra esistenza.

san Giovanni Battista

Alla scuola del Battista moltissimi accorrono e comprendono che Dio sta dalla loro parte, dalla parte dei peccatori, per recuperarli e riammetterli alla comunione con lui. È uno squarcio di luce anche per noi che spesso ci sentiamo indegni dell’amore di Dio, tanto da restarne lontani anche quando Egli stesso ci invita a tornare a Lui e a riscoprirci da Lui amati. Ed anche la nascita del Precursore è un segno straordinario di come Dio stia dalla parte degli umili.

La sterilità di Elisabetta è il terreno dell’azione potente di Dio, che può cambiare anche le situazioni apparentemente irreversibili, ribaltando ciò che sembrava ormai incapace di produrre frutto. Così rende possibile anche l’impossibile nella vita delle sue creature ed anche nella nostra stessa vita. Soprattutto nel cambiamento di ciò che è più profondo ed impossibile da modificare con la sola nostra volontà, Dio manifesta la predilezione per la debolezza delle sue creature, che non temono di chiedere con umiltà il suo aiuto e lo ricevono con abbondanza.

Così vediamo nella vicenda del Battista quanto Dio sappia aprire spiragli di luce e suscitare germogli di speranza che possono giungere a maturazione ben oltre le nostre aspettative. Il messaggio e lo stile del Battista sono un mandato che suscita cambiamento in chi lo accoglie, un mandato tanto potente da rinnovare la vita in chi crede profondamente all’azione divina nella storia.

La sua missione, che si conclude con il martirio, paradossalmente è fonte di nuova vitalità perché apre la strada alla sempre più grande rivelazione di Colui che da Giovanni è annunciato: Gesù Cristo, Figlio di Dio e Messia atteso. La grandezza del Battista si rivela così nel rendere manifesta la grandezza altrui e soprattutto sapendola accogliere nella persona di Gesù, davanti al quale egli afferma: “Lui deve crescere ed io diminuire”.

Don Primo Mazzolari in un suo scritto ebbe ad affermare “ Non ci interessa la carriera, non ci interessa il denaro, non ci interessa il successo, né di noi, né delle nostre idee; non ci interessa né l’essere eroi, né l’essere traditori davanti agli uomini; ci interessa perderci per qualcosa o per qualcuno”.

Il Battista ha incarnato due millenni prima questa massima del nostro secolo e ce la propone come regola di vita moderna per seguire più da vicino il Signore. Guardiamo al Battista e prendiamone esempio per vivere la nostra stessa chiamata nella sua scia, vivendo l’amore senza riserve che Giovanni ha riconosciuto in Gesù e che anche per noi solo il Signore, Dio nostro, può dare.

Don Francesco


Estate 2012


congresso milano 2012
Famiglia: lavoro e festa

copertina cuntomela

copertina

quadri Paola Anglani
Il Vangelo di S. Giovanni...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)