Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

Sommario

Cüntòmela a San NAZZARO di Lozio

UN GRANDE “GRAZIE” DAL CONGO

bambini congo

bambini congo

Nel mese di settembre mi sono recato in Congo per un po' di vacanza e con la missione di trasmettere il materiale didattico ai bambini di Divenié. Grazie a Dio tutto è andato bene ed ora vi faccio un breve racconto di ciò che è stato fatto.

Dal 30 settembre al 5 ottobre mi sono recato in un villaggio lontano 400 Km. dalla costa dell’Oceano Atlantico, distanza che separa Pointe Noire, la città dove ho passato le vacanze, a Divenié dove mi aspettavano i bambini delle scuole.

Dopo aver comprato il materiale didattico, zainetti, libri, dizionari, matite, quaderni, penne, lavagne a Pointe Noire, ho cercato e trovato una macchina per andare fino al villaggio. Visto ciò, quei bambini, sorpresi e contenti, di ricevere il materiale didattico, acquistato con le vostre offerte (7.645 euro), durante la messa hanno cantato con entusiasmo canti di gioia, di ringraziamenti indirizzati alla vostra generosità. Ho trasmesso anche altro materiale, matite, piccole borse, gomma da matita che sono riuscito a portare nella valigia, come pure delle sedie a rotelle per i paralitici. Durante quel momento di distribuzione, sono stato colpito da due fatti. Vedere la gioia negli occhi di bambini, di sentirli abbracciarmi, gridando, esultando e di vedere le lacrime di emozioni di una paralitica che ha ricevuto per la prima volta dalla sua nascita la sedia a rotelle. Ella ha 27 anni e prima camminava come una “tartaruga”.

La maggior parte di quei bambini che hanno ricevuto il materiale didattico, sono orfani e vivono presso i zii, le zie, i nonni, i cugini, o presso qualche amici dei genitori. In Africa il genitore di un amico è considerato come tale dal bambino amico... La scuola alla quale abbiamo dato il materiale didattico è statale e conta circa 113 bambini. Il villaggio ha 900 abitanti. Gli insegnanti delle due scuole, elementari e delle medie, sono dei giovani e adulti che da anni fanno questo servizio nel volontariato, perché dopo gli studi ancora non sono stati assunti dallo stato. Per loro stipendio i parenti degli alunni pagano sia con i soldi quando ne trovano, sia in natura. Per esempio, una pecora, qualche galline, qualche kilo di arachidi, di manioca o di patate. I corsi si fanno nelle vecchie scuole che ha lasciato la colonizzazione francese. Sono scuole che hanno più di settanta anni, senza restauro. Dall'interno della classe si vedono quelli che sono fuori. I tetti sono fatti di lamiere piene di buchi. Quando piove è impossibile essere in classe. L'acqua entra da per tutto. Gli alunni studiano solo di giorno perché non hanno la corrente di la notte. Nonostante queste difficoltà i bambini sono decisi a lottare contro l'analfabetismo. Hanno una grande buona volontà di studiare, di volere cambiare le loro miserie, di preparare un futuro migliore. Ci sono tanti altri dettagli e aspetti che non posso presentare qui a causa dello spazio, perciò mi fermo qui.

bambini congo

Al termine, con i bambini di Divenié in Congo Brazzaville e con i loro parenti, Io don Ilario, ringrazio di cuore tutti e in modo particolare ciascuno di voi che avere fatto dei sacrifici per aiutarmi ad aiutare quei bambini dimenticati dallo stato congolese. Ringrazio i miei fratelli sacerdoti che mi hanno affiancato durante la raccolta. Ringrazio il Parroco Don Francesco Rezzola che ci ha dato il permesso di organizzare questa raccolta missionaria. Dio vi benedica.

Don Ilario


Natale 2015


deco
CORSI DI MASSAGGIO INFANT...

copertina cuntomela

copertina

deco
LA MEDIAZIONE FAMILIARE: ...

tutti gli articoli

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)