Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno torna inizio

La parola del PARROCO

NATALE: DIO DIVENTA UOMO PERCHÉ L’UOMO DIVENTI DIO

don francesco

La notte di Natale ha un fascino senza pari: nello svolgersi del rito notturno della Messa di mezzanotte, la commozione ci afferra e ci conduce nel mistero che ha cambiato il mondo. Dio si è chinato sull’uomo ed ha visitato la nostra umanità dolente e ci ha elevato fino al cielo. È nato un bambino, anzi “quel bambino” annunciato e tanto atteso ed il Dio forte, immortale, eterno, si è fatto fragile, infante, soggetto alla sofferenza. È Dio che sposa il nostro destino e si mette dalla nostra parte.

Se Natale è questo allora l’uomo, totalmente assunto da Cristo nell’assumere la nostra natura umana, è ormai inseparabile da Dio. L’uomo è reso sacro, è elevato al cielo, è fatto entrare in un destino di gloria e luce. Da ora in ogni uomo c’è Dio e nell’uomo dunque possiamo, anzi dobbiamo vedere Dio, dobbiamo incontrare Dio.

presepe

Stare dalla parte dell’uomo non è più una questione di volontariato, di filantropia perché ogni incontro col fratello è un incontro con Dio stesso. Ogni gioia del fratello è la nostra gioia, ogni dramma del fratello è il nostro dramma, nel quale anche noi ci sentiamo avvolti in prima persona. Nel mistero del Natale noi riscopriamo il legame che ci unisce a Dio ma anche il legame che stringe gli uomini come veri fratelli, salvati e redenti insieme, da Colui che ora piccolo bambino, sarà il nostro crocifisso Salvatore.

In questi giorni natalizi di serenità riscopriamo allora la verità del Natale: Dio diventa uomo e l’uomo, l’amico, il vicino, il compagno di lavoro, lo straniero, il traditore, il nemico, ogni peccatore, noi stessi, diventiamo l’oggetto dell’immeritato amore di Dio, veniamo rivestiti di sacralità, elevati al cielo, investiti di un destino di eternità.

Contempliamo questo mistero ed eleviamo il nostro grazie. Al tempo stesso accogliamo l’insegnamento del Natale per la nostra vita presente: Dio si fa piccolo, fragile, bambino, perché questo è lo stile divino. Questo sia anche la cifra del nostro essere e del nostro agire di uomini che ancora molto hanno da imparare nell’accogliere ed amare alla maniera di Gesù.

Don Francesco


 

 Misericordia et misera >>>



Natale 2016

copertina cuntomelaNatale 2016
Clicca per ingrandire la copertina.

Natale 2016 - tutti gli articoli

S O M M A R I O

Parola del Parroco

Cüntòmela per riflettere

Cüntòmela a Borno

Cüntòmela a Ossimo Inf

Cüntòmela a Ossimo Sup

Cüntòmela a Villa di Lozio

Cüntòmela a San Nazzaro di Lozio

Cüntòmela con i Missionari

Cüntòmela di tutto un po'

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)