Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno torna inizio

Cüntòmela IN COMUNITÀ

VIAGGIO A MEDJUGORIE

Medjugorie

In questo mio scritto voglio raccontare come si è svolto il mio viaggio a Medjugorie. Innanzi tutto desidero segnalare come sono stato assistito: si tratta di una assistente della casa in cui vivo. Dico che sapevo di essere ben accompagnato, ma sono sorpreso per la grande carità manifestata durante il viaggio e permanenza sul posto. Voglio solo dire che non sono mai stato abbandonato nemmeno un istante.

Bene, siamo partiti da Borno il 19 sera e siamo arrivati il giorno 20 ottobre alle ore 11, quindi sistemazione nelle camere e pranzo alle 12,30. Il pomeriggio un tentativo di riposo, riuscito solo in parte. Poi visita nella chiesa di San Giacomo, dove si stava celebrando la Santa Messa in lingua croata: sono riuscito a seguirla con qualche difficoltà (la consacrazione è stata in lingua latina e quindi ben comprensibile), ma devo dire subito che ci siamo trovati in una terra benedetta e si sentiva la presenza di Gesù e Maria.

Il secondo giorno un incontro con la veggente Mariam, la quale ci ha accolti con tanto amore e ci ha regalato un pacco di immaginette benedette personalmente da Maria durante una delle tante apparizioni. Poi abbiamo assistito a una testimonianza da parte di una signora che parla con Maria senza vederla.

Medjugorie

In sostanza i veggenti sono 6. Mariam la vede ogni giorno, alla sera intorno alle 18. Devo dire che la presenza di Maria la senti in ogni luogo di Medjugorie. Siamo anche stati alla Croce blu dove mi è nata dal cuore una preghiera che ai presenti ha provocato lacrime: chiedevo a Maria di ridarmi la vista, ma solo se lo riteneva opportuno, cioè se portava frutti di conversioni e salvezza dei peccatori.

Maria pare abbia deciso che io rimanga così e sono contento e la ringrazio. Infatti è una vita che mi assiste con la concessione di moltissime grazie e io a 88 anni cosa devo pretendere di più!... Ho la salute e una cerchia di persone che mi amano. Ho un figlio meraviglioso che ha una famiglia altrettanto meravigliosa. Io chiedo a Maria che sia Lei a venirmi incontro il giorno della fine del mio cammino terreno.

Devo ancora dire che ho avuto la grazia di raccontare al gruppo presente la testimonianza del mio vissuto: questo ha entusiasmato il gruppo sino alle lacrime.

Che devo dire? Ringrazio la Madonna perché è stata Lei che lo ha voluto. Devo dire che sono state giornate di grazia per tutto il periodo, alla fine la Madonna ci ha portato a celebrare la Messa da Padre Peter, un sacerdote santo che ci ha benedetti tutti, uno per uno.

Non trovo parole per raccontare le grandi emozioni che abbiamo vissuto a Medjugorie. Siamo tornati a casa felici alla 1,30. Non dimenticherò mai questa esperienza dato che molto abbiamo portato a casa, cioè abbiamo imparato a vivere meglio il cristianesimo. Oggi scrivo questa esperienza e siamo al giorno 26 di ottobre.

Leone Benyacar


<<< C'è sempre un di più 

 La luce nel cuore >>>



Natale 2018

copertina cuntomelaNatale 2018
Clicca per ingrandire la copertina.

Natale 2018 - tutti gli articoli

S O M M A R I O

Don Francesco grazie

Benvenuto Don Paolo

Tempo di Natale

Cüntòmela in comunità

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)