Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

DALLE NOSTRE COMUNITÀ - Borno

L’ANGELO CUSTODE

don Giuseppe Maffi

Lassù nel più alto dei cieli c’è un posto, sì proprio in Paradiso, dove, a tarda sera, si ritrovano a conversare tutti gli angeli custodi. Alcuni se ne stanno in silenzio tristi, pensierosi e scuotono le teste ricciolute sconsolati: le persone a loro affidate a volte compiono azioni riprovevoli e terribili, perciò le lacrime scorrono dai loro occhi e non sanno più cosa escogitare per ricondurli sulla retta via.

Tanti altri sono lieti e sorridenti e ce n’è uno in particolare che se ne va in giro tutto gongolante con un grande libro sotto il braccio. A chi gli chiede il motivo di tanta felicità lui lo mostra orgoglioso e sfogliandolo con solenne pomposità rende edotti gli interlocutori sul suo contenuto: in bella calligrafia e con inchiostro d’oro zecchino vi sono elencati tutti gli atti di grande fede, di assoluta bontà, di magnanimità, di altruismo, di generosità, di infinito amore verso i suoi simili e di quanto più bello e più buono il suo umano ha compiuto.

Ci sono, in verità, anche alcune noticine che narrano di un pizzico di intemperanza e rare arrabbiature specialmente in gioventù, ma sono azioni talmente irrisorie paragonate alla grande mole di quelle positive, che l’angelo non le mostra neppure, tralasciandole volutamente: «Il mio Beppe è troppo bravo e troppo buono, è un Santo!!» dice gonfiando il petto pieno di sano orgoglio e battendo una mano sulla copertina del libro come a sancire una verità assoluta.

Chi ha avuto il dono di conoscere questo grande, santo sacerdote non può che confermare ciò che l’angelo di Don Giuseppe dice da anni. Non si può fare a meno di ringraziare Dio per aver donato al mondo tanti, tantissimi sacerdoti come lui che, con la loro santità, il loro attaccamento alla missione e la devozione infinita, superano di gran lunga quelli che, umanamente, inciampano e cadono.

Se è vero che fa più rumore un solo albero che cade di un’intera foresta che cresce, noi dovremmo cercare di dare ascolto a quella moltitudine di religiosi che continuano la loro opera con infinito altruismo e fede incrollabile e tenace.

Anche Borno vuole unirsi al coro dei ringraziamenti e felicitarsi con Don Giuseppe Maffi ora che ha raggiunto l’età della pensione, anche se siamo sicuri che questo non gli impedirà certo di continuare la sua indefessa opera di santità; così come possiamo essere altrettanto certi che il suo angelo continuerà a pavoneggiarsi per le eccezionali, edificanti azioni che il “suo Beppe” non smetterà di compiere per tanti anni ancora.

Caro Don Giuseppe, per dimostrarti la nostra riconoscenza per averci accompagnati in cammino per vent’anni ci vorrebbero regali preziosi, ci vorrebbero abbracci e ci vorrebbero sorrisi, ci vorrebbero carezze e ci vorrebbero tanti baci santi, ma, conoscendo la tua ritrosia a cotante effusioni affettuose, ci limitiamo a dirti una sola, piccola, ma col cuore grande parola: GRAZIE!!!

Dely


<<< Eravamo un bel tandem  

 Le suore un dono prezioso >>>



Natale 2019

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)