Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

DALLE NOSTRE COMUNITÀ - Borno

LE SUORE UN DONO PREZIOSO
Grazie suor Ida

suore

Il Signore ha fatto un grande dono alla nostra comunità, per ben 110 anni abbiamo avuto in mezzo a noi le suore Dorotee di Cemmo. La loro presenza è stata fondamentale per la vita parrocchiale, ma non solo, basta pensare ai tanti anni di insegnamento alla scuola materna: quante generazioni sono cresciute grazie al loro impegno.

Non si limitavano, però, alla loro missione di educatrici, partecipavano attivamente e con entusiasmo a ogni attività proposta dalla parrocchia: quanti grest e campiscuola le hanno viste protagoniste! Così come è stata una grande risorsa il loro prezioso aiuto nei catechismi e nel sostegno delle persone anziane e ammalate. Oltre a questo rimarrà nei nostri ricordi il loro esempio nella preghiera e nel coltivare sempre una fede viva e profonda, dove al centro, c’era comunque sempre il loro amore nei confronti di Dio.

Il 6 ottobre, insieme alla grande gioia di poter festeggiare i 60 anni di vita religiosa di suor Ida, che per ben quasi 45 anni abbiamo avuto nella nostra comunità, siamo stati costretti a salutarle: la Madre Generale delle Dorotee, preso atto della carenza di suore negli ultimi anni, ha dovuto a malincuore interrompere questo sodalizio.

Ma parliamo di suor Ida e di quanto stava bene a Borno. Ricordo qualche anno fa, quando su Cüntòmela, avevamo dedicato grande spazio a quello che poi, ridendo, avevamo denominato come il suo “saluto finto”; era infatti stata trasferita in una località balneare, ma non ha resistito alla nostra lontananza più di qualche mese.

Ha sempre detto, infatti, che Borno era il suo paese, e per tutti noi la sua presenza è sempre stata una sicurezza.

Personalmente sono stato uno dei suoi bambini all’asilo, perciò me la ricordo giovane, in forma e piena di entusiasmo. Il mio legame con lei è senza dubbio molto forte e credo sia così per tanti di noi. Crescendo anche nella mia esperienza di fede mi torna spesso alla mente la sua frase che per tanti anni diceva ad ogni bambino quando entrava in Chiesa “Saluta bene Gesù”, insegnamento che anch’io ora, da catechista, ripeto spesso. Una cosa che mi fa molto sorridere è che negli ultimi anni lei e suor Vincenzina andavano di frequente a trovare mia nonna e, pur avendo su per giù la stessa età, le diceva: “la mia missione è anche quella di venire a trovare le persone anziane”, non includendosi.

Nel consiglio comunale di fine ottobre è stata data una benemerenza a suor Ida a dimostrazione del grande affetto e della profonda stima che l’intera cittadinanza ha e avrà sempre nei suoi confronti, prendendola anche come rappresentante per ringraziare l’immenso lavoro di ogni suora Dorotea che ha prestato il suo prezioso servizio a Borno.

Certo, passare sotto le finestre di quella che è sempre stata la loro casa e vederle chiuse mi mette un po’ di tristezza e nostalgia, ma il bel ricordo sarà sempre vivo in me come in ogni persona del nostro paese che ha avuto la fortuna di incrociarle sul cammino della propria vita.

Luca Dalla Palma


<<< L'angelo custode  

 I doni di Natale >>>



Natale 2019

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)