Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

COMUNITÀ IN VIAGGIO

ALLEGRA BRIGATA, VITA BEATA
non solo Londra e dintorni

gita a Londra

L’ultima settimana di agosto, una trentina di impavidi bornesi, doc e d’adozione, ha intrapreso quello che a detta di molti sarebbe stato un viaggio “da matti”: Borno-Londra e ritorno in PULLMAN!

Alla guida del mezzo: Denis, il nostro abile autista che si è cimentato per la prima volta, e con successo, nella guida a sinistra; capogruppo e cicerone d’eccezione: Cicci, il quale ha fatto sì che il viaggio si sia svolto senza intoppi e ci ha erudito sulle località che abbiamo visto di passaggio; guida a 360° il nostro caro Don Paolo: prima volta per lui alla testa del gruppo bornese in trasferta che ha animato ogni nostro spostamento.

Abbiamo così lasciato il nostro amato paesello all’alba e, dopo un breve pisolino, siamo arrivati in Svizzera. Qui ci siamo lasciati incantare dagli splendidi paesaggi verdeggianti e dai numerosi specchi d’acqua sovrastati dalle Alpi elvetiche.

gita a Londra gita a Londra gita a Londra

Verso sera siamo giunti in Francia, precisamente a Fontainebleau. Non si poteva saltare una visita al famoso castello e quindi, toccata e fuga alla spicciolata, poi cenetta leggera e tutti in branda: l’indomani ci avrebbe aspettato una bella levataccia.

Il secondo giorno ci attendeva la traghettata sulla Manica.

Arrivati all'immenso porto di Calais e sbrigate le pratiche alla dogana, ci siamo imbarcati alla volta dell'Inghilterra. Siamo stati veramente fortunati, perché il mare della Manica era calmo e quindi ci siamo goduti con tranquillità il nostro pasto all’inglese: fish and chips. Poco più di un’oretta e davanti a noi già si stagliavano le candide scogliere di Dover: eravamo arrivati in Inghilterra.

A darci il benvenuto sul suolo britannico, la protagonista femminile della nostra avventura: la guida Elisa, che con aneddoti e profonda conoscenza, ci ha fatto amare Londra e i suoi dintorni.

Breve visita alla cittadina medievale di Canterbury e alla sua splendida cattedrale, capolavoro del gotico inglese, e poi di nuovo in viaggio per raggiungere la City.

Il giorno seguente, accompagnati dal sole splendente (l’ombrello è rimasto in valigia per tutto il viaggio) abbiamo iniziato il tour della capitale: girovagato per i suggestivi mercatini di Covent Garden; ammirato l’imponente Cattedrale di San Paolo; visitato la Torre di Londra con i gioielli della Regina e i corvi porta fortuna, dove abbiamo assistito al celebre cambio della guardia; fatto un giro in battello sul Tamigi dal quale abbiamo potuto ammirare il Palazzo del Parlamento e il Big Ben (purtroppo avvolti da impalcature perché in ristrutturazione), la famosa ruota panoramica London Eye e i mille ponti che attraversano il fiume.

gita a Londra

Altra tappa del nostro viaggio è stata la residenza reale dei weekend: il castello di Windsor. L’enorme castello normanno domina la cittadina, circondato da un enorme giardino curatissimo, all’interno splendide collezioni di quadri ed arazzi impreziosiscono l’ambiente e lasciano letteralmente a bocca aperta.

Poi la Cappella di San Giorgio, una chicca: edificio di oltre 500 anni è gestita ed è parte integrante del Collegio di San Giorgio, che istruisce circa 400 ragazzi e che ha formato numerosi uomini di rilievo nel panorama politico britannico.

Nell’ultimo giorno londinese Elisa ci ha guidato alla scoperta di altre bellezze della città: la vista esterna di Buckingham Palace; gli splendidi parchi cittadini che pullulano di animali e piante, anche esotiche; l’abbazia di Westminster, sede delle incoronazioni dei reali d’Inghilterra e il più importante luogo di culto anglicano; da non confondere con la neoromanica Cattedrale cattolica di Westminster che si trova lì a pochi passi; la spumeggiante e colorata zona di Piccadilly Circus, luogo di incontro per eccellenza e Trafalgar Square, dedicata alla vittoria della Royal Navy sugli Spagnoli, dove svetta la statua del generale Nelson collocata su di un obelisco in centro alla piazza. Ma l’edificio che domina Trafalgar Square è senza dubbio la National Gallery: tempio della pittura che ospita al suo interno più di 2.000 dipinti.

gita a Londra

Al rientro abbiamo fatto tappa in un’altra città francese, Reims, che ci ha regalato la penultima chicca del nostro viaggio: uno spettacolo di luci e suoni che animavano la facciata laterale della cattedrale.

Penultima, perché l’ultimo giorno di viaggio, il pullman ha fatto tappa nella cittadina di Riquewihr sulla strada dei vini dell’Alsazia. Qui abbiamo potuto ammirare il fiabesco borgo con le tipiche case a graticcio dai colori sgargianti e circondato da colline e vigneti a perdita d’occhio.

In conclusione viaggio spettacolare che ci ha permesso non solo di visitare Londra e dintorni, ma anche di godere delle bellezze e dei paesaggi dei luoghi che abbiamo attraversato negli spostamenti. Inutile dire che attendiamo con impazienza la prossima estate e quindi il prossimo tour.

Gessica Tognali


<<< La minuscola cappella  

 Sperimento la presenza del Dio della vita >>>



Natale 2019

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)