Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

tutti gli articoli

Archivio Cüntómela

Cüntòmela a BORNO

LE NOSTRE SUORE FANNO DI NUOVO “COMUNITÀ”

Non era proprio così scontato, fino a qualche mese fa, che le nostre suore rimanessero a Borno. Il 24 maggio scorso, giorno in cui abbiamo festeggiato la professione religiosa di sr. Vincezina e gli 80 anni di sr. Ida, poteva, in effetti, diventare quello del commiato! Gli anni cominciano a farsi sentire per le nostre inossidabili suore e con essi gli acciacchi. Fortunatamente il problema che aveva costretto qualche tempo suor Vincezina in ospedale è rientrato, ma necessitava - a questo punto - la presenza di un’altra suora. E così ecco giungere in quel di Borno sr. Elia a suggellare il nuovo stato di “comunità”.

suore

Così ci scrive la suora nuova: «Siano ringraziati i nostri superiori perché hanno pensato bene di offrire un nuovo membro alla fraternità delle due care suore; esse sono parte integrante del nostro paese e svolgono una elevata opera di testimonianza dell’eterna Parola trascendente di Dio, la quale è capace di incarnarsi nel tempo, operando nelle persone disposte a lasciarsi travolgere dalla Grazia.(…) Nelle brevi conversazioni che ho avuto con i bornesi che via via incontravo nei primi giorni della mia venuta a Borno, balzava il ricordo ancora vivo per tutte le suore Dorotee che avevano operato sul territorio, accompagnato dall’apprezzamento per il lodevole servizio svolto nei vari campi educativi (…). Ora la comunità, formata da tre religiose, non svolge opere clamorose di grandi servizi nel tessuto sociale, ma ha l’ambizione di voler essere attenta alle persone, o meglio “alla persona”, nell’ascolto, nell’accoglienza fraterna offrendo a tutti parole di speranza. Abbiamo fatto nostro l’invito che Papa Francesco ha esteso a tutte le consacrate e cioè di incarnare la fedeltà ad una Profezia, a quella testimonianza di valori spirituali ed umani forieri di un bene futuro!»

“Mamma mia” mi veniva da pensare leggendo – non senza un pizzico di nostalgia - le parole di suor Elia, “il mondo è proprio cambiato!” Nel nostro asilo (a me non piace chiamarlo scuola materna) ai tempi miei c’ erano circa 120 bambini e 5 suore. Si dedicavano a noi davvero a 360 gradi con passione, abnegazione e affetto. Il tutto condito con la fede, quella semplice, magari inculcata a memoria, ma insegnata con dedizione e soprattutto con la testimonianza e per questo, in modi diversi, ancora viva nelle persone della mia generazione. Certo, con le dovute eccezioni, poiché anche fra loro c’erano quelle meno materne, magari un po’ burbere. Ma anche questo faceva parte del bagaglio educativo. C’era la loro presenza costante la domenica in oratorio, che quando ero bambina si teneva nella Casa vecchia delle Suore. Durante la settimana, invece, organizzavano la scuola di lavoro per le ragazze: ricordo che ci sistemavano nella sala al primo piano, così luminosa con quella fila di finestroni, sedute sulle panche di legno color verde pallido, lo stesso dei piccoli banchi dei legno e delle seggioline in uso in casa vecchia, prima che l’asilo venisse trasferito in quello attuale. Organizzavano, immagino sotto l'autorevole guida del compianto don Antonio Alessi, le feste della mamma al cinema Pineta, e fondamentale era il loro contributo al carnevale: come quelli di allora, a Borno non se ne sono visti più!

Evidentemente il mondo è cambiato. Chi non ha vissuto quegli anni, dirà stupito: ma davvero è stata così la vostra fanciullezza? Si, davvero! E, visto che siamo a Natale, in inverno scendeva tanta di quella neve che si poteva slittare per le strade!

Tutto questo non è sola nostalgia dei tempi andati! I confronti servono, eccome servono! Non foss'altro per comprendere dove stiamo andando…

Fosse per me vorrei a Borno 100 suore, giovani e pimpanti che con la loro presenza e le loro proposte ricreassero, senza i limiti dell'epoca, la spensieratezza, l'innocenza, l'ingenuità, la freschezza dei bambini di cinquant'anni fa. Tolto loro l'asilo, qualcosa si è rotto nella nostra comunità, io ne sono certa. Il loro ruolo è cambiato, giocoforza! E a tutti noi è venuto di certo a mancare qualcosa.

Ma loro sono ancora fra noi. Attempatelle e con altri compiti, come ci ha scritto sr. Elia. Che bello vederle ancora girare per il paese, o in ginocchio in chiesa, e avere da loro un sorriso materno e un saluto sincero quando le incontri per strada!

Sarà un triste giorno, il giorno in cui a Borno le suore dovessero andarsene. Così, se possiamo, facciamo in modo che ciò non accada mai! E allora…

Benvenuta suor ELIA!

Emilia


Natale 2015


copertina cuntomela

copertina

don francesco
natale: un unico amore offerto a tutti gli uomini

viaggio a cuba e negli stati uniti: papa francesco accolto come portatore di speranza

famiglia
la santa famiglia dimenticata

card. Sarah
dio o nientela lezione all'europa del cardinale sarah

politicamente scorrettoo capiamo o moriamo

la sconcertante potenza di gesÙ

logo giubileo
giubileo della misericordia

logo giubileo
tempo della misericordiama che cos'è la misericordia?

logo giubileo
preghiera di papa francesco per il giubileo

logo giubileo
per vivere il giubielo della misericordia

cresimati 2015
cresime e prime comunioni: pensieri ed emozioni


estate 2015

suore
le nostre suore fanno di nuovo “comunitÀ”

il consiglio pastorale e il consiglio per gli affare economici

Santella di Lova
la santella di maria nascente a lova

don Andrea cobelli
don andrea… il mio primo parroco!

Aurora Ciglia
hanno ricevuto il battesimo

animali
cosa È il natale?pensiamoci durante l’avvento

presepe san francesco
concorso presepi 2015­2016

educare alla responsabilitÀ

alpini ossimo inf
toccante cerimonia al restaurato del monumento ai caduti

battesimo ossimo inf
hanno ricevuto il battesimo

asilo ossimo sup
uno per tutti tutti per uno

prima comunione ossimo 1956
immagini dal passato

organo ossimo sup.
inaugurato il restauro dell’organo

cappella cimitero ossimo sup.
la cappella del cimitero

battesimo ossimo sup
hanno ricevuto il battesimo

epifania
epifania manifestazione dell’amore del signore

corsi di massaggio infantile da 0 a 12 mesi

bambini congo
un grande “grazie” dal congo

la mediazione familiare: bilancio di un biennio di attivitÀ

defunto lozio
chiamati alla vita eterna

patrizia in Burkina Faso
crescere nel calore di una famiglia

p. giacomo rigali\
vale la pena spendersi finchÉ si puÒnotizie da padre giacomo

migranti del vangelo
migranti del vangelodalla vallecamonica al mondo

libro luca dalla palma
come una carta caduta dal mazzo: benvenuto!

solidarietÀ o giustizia?

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)
pardiborno@gmail.com - altri contatti
Dove siamo