Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

tutti gli articoli

Archivio Cüntómela

Cüntòmela a OSSIMO SUP.

INAUGURATO IL RESTAURO DELL’ORGANO

Domenica 27 Settembre: una data da ricordare per la Parrocchia di Ossimo Superiore; Messa di Benedizione e Concerto di Inaugurazione per il Restauro dell’Organo. Dopo oltre tre anni dall’inizio dei lavori, a fine Luglio 2015, abbiamo finalmente potuto concludere il complesso restauro dell’Organo Bossi 1787/1810 - Manzoni 1881.

Durante la Messa serale abbiamo compiuto il piccolo rito di benedizione dell’organo. Dopo la preghiera, un dialogo tra il celebrante e l’organo (suonato per l’occasione dell’Illustre Maestro Pietro Pasquini, concertista e docente di Organo e Composizione Organistica presso il conservatorio di Brescia) che qui riportiamo.

Celebrante: Organo strumento benedetto, tu canterai la gloria del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!
L’organo suona...
Celebrante: Tu eleverai i nostri canti e le nostre suppliche verso Maria, la Madre di Dio!
L’organo suona...
Celebrante: Tu sosterrai le gioie e le pene degli uomini, tu accompagnerai la preghiera dei piccoli e degli umili!
L’organo suona...
Celebrante: Tu farai entrare la Chiesa nell’eterna azione di grazie di Cristo, il Risorto, il vivente!
L’organo suona...
Celebrante: Che il Signore, degno di ogni lode, vi conceda di cantarlo sulla terra, con la bocca, con il cuore e con tutta la vostra vita e che Egli vi doni di cantare in cielo il cantico nuovo, per l’eternità.

organo ossimo sup.

Dopo la S. Messa domenicale un grande e partecipato concerto che ha visto impegnato il Maestro Pasquini con un programma intenso, tanto da portare lo strumento vicino al limite delle proprie possibilità sonore, e che ha fatto apprezzare ai presenti tutte le varie timbriche e combinazioni di suoni del nostro Organo.

Il concerto si è aperto con l’immancabile J.S. Bach, con “Preludio e Fuga” forse poco conosciuto ai “non addetti” ma con sonorità “decisa”. Poi una trascrizione sempre di Bach, ovvero il Concerto per Violino di A. Vivaldi (Estro Armonico). Molto particolari anche i brani dell’autore spagnolo J. Cabanilles (Gallardas I), una trascrizione di Haendel (da Water Musick dall’edizione J.W. London del sec XVIII per tastiera).

Nella seconda parte del concerto alcuni pezzi celebri dell’Ottocento Italiano, dove l’organo diventa imitatore della banda degli strumenti: sono state eseguite tre sonate di G. Valeri, e successivamente il celebre “Rondò con imitazione de’ campanelli” di G. Morandi. Gran finale con 2 brani di Felice Moretti, al secolo Padre Davide da Bergamo, frate musicista al secolo F. Moretti, Suonatina in Fa maggiore e la Sinfonia in RE minore.

Non poteva di certo mancare un bis, che il Maestro Pasquini ha voluto dedicare all’organaro Formentelli (francese d’adozione ma di origini Camune) con un “aria su tema di Noel”. Il concerto inaugurale e la benedizione hanno voluto così dare l’adeguato “ben tornato” a questo strumento che stava irrimediabilmente perdendo le sue particolari caratteristiche per l’incuria di noi contemporanei. Questo restauro ha permesso così di garantirne la continuità!


Note storico-economiche in margine al restauro

Per la sola piccola comunità parrocchiale di Ossimo l’intervento sarebbe stato finanziariamente proibitivo, alla luce anche di un altro impegno che già da tempo la Parrocchia dedica all’edificio polivalente dove è ospitata la scuola materna. Ma la tutela del patrimonio storico artistico è compito inderogabile dello STATO che, come sancisce l’art. 9 della Costituzione Repubblicana, ha tra i suoi compiti fondamentali l’esercizio della salvaguardia dei beni culturali e dell’ambiente, che esprimono valori collettivi in grado di illuminarne una civiltà, di costituirne il segno e di garantirne la memoria.

La parrocchia ha potuto così beneficiare, oltre alle molte offerte private, anche di un sostanzioso contributo da parte del Fondo di Rotazione Regionale (euro 58.000 di cui 14.000 circa a fondo perduto e la restante quota a restituzione in 7 anni), a cui si sono aggiunti circa 28.000 euro da Conferenza Episcopale Italiana (fondo perduto), Euro 10.000 da Fondazione della Comunità bresciana Onlus (a fondo Perduto), e perverrà inoltre sostegno anche da parte di B.I.M./Comunità Montana di Vallecamonica.

Come evidenziato durante la serata di presentazione del concerto “all’inizio degli anni ‘90 l’organo era talmente danneggiato che risultava ormai indecoroso l’accompagnamento delle celebrazioni liturgiche. Anche se già si era consapevoli che si sarebbe dovuto programmare un intervento di recupero, ma in quel periodo altre spese più urgenti dovevano essere fatte. L’organo però era veramente in condizioni critiche, tanto che non era neppure più possibile il suo utilizzo durante le funzioni.

La strada più breve per “sopperire” alla sua mancanza fu quella di acquistare un altro organo moderno, un “sostituto elettronico” e di rimandare al futuro la maggior spesa.

Nel 1999 si procedeva nel far visitare lo strumento ad alcuni Organari, proprio per avere un’idea di massima di quello che sarebbe potuto costare il recupero… ma il povero organo ancora una volta doveva lasciare il posto ad altri interventi, altrettanto meritevoli ma più urgenti: come ad esempio il restauro del campanile, l’elettrificazione delle campane e l’eliminazione del tanto dannoso impianto di riscaldamento ad aria (oggi sostituito con quello a pavimento) che avrebbe causato danni seri all’organo restaurato.

In seguito, consapevoli che prima o poi questo intervento lo avremmo fatto, è iniziata una fase preparatoria per approcciare al tema del restauro di organi storici e per avere un po’ più di consapevolezza verso questo particolare e delicato settore dove non sempre i restauri hanno dato “buoni risultati” date anche la capacità e la sensibilità che deve possedere chi interviene nel restauro.

Molto spesso infatti si sono visti dei restauri assai “invasivi” o poco rispettosi, come se si facesse un'opera nuova, non fermandosi dinanzi a nessun tipo di ostacolo e soprattutto non prendendo in considerazione quello che può e deve essere il referente precedente all'intervento, cioè le sue caratteristiche originarie e la sua stratificazione storica, prescindendo da quello che veramente conta nello strumento musicale, e cioè il “suono storico”, il suono che produce e non la sua immagine. Così finalmente, dopo l’analisi dei diversi preventivi e dopo tutto il rituale di richiesta alle competenti Soprintendenze, nel 2012 si è dato avvio ai lavori di smontaggio per il successivo recupero.

Con grande gioia abbiamo riconsegnato al patrimonio culturale della comunità ed alla sua sensibilità religiosa questo strumento prezioso in segno anche di rispetto per i grandi sforzi fatti nel passato per la sua costruzione e per i successivi interventi di restauro.

L’organo oggi ha ritrovato la sua voce squillante ed è stato nuovamente arricchito di tutti gli effetti sonori, andati distrutti nel corso di malaugurati interventi di manutenzione più o meno recenti, effetti sonori che lo rendono così originale e piacevole da ascoltare.

Luca Bardoni


Natale 2015


copertina cuntomela

copertina

don francesco
natale: un unico amore offerto a tutti gli uomini

viaggio a cuba e negli stati uniti: papa francesco accolto come portatore di speranza

famiglia
la santa famiglia dimenticata

card. Sarah
dio o nientela lezione all'europa del cardinale sarah

politicamente scorrettoo capiamo o moriamo

la sconcertante potenza di gesÙ

logo giubileo
giubileo della misericordia

logo giubileo
tempo della misericordiama che cos'è la misericordia?

logo giubileo
preghiera di papa francesco per il giubileo

logo giubileo
per vivere il giubielo della misericordia

cresimati 2015
cresime e prime comunioni: pensieri ed emozioni


estate 2015

suore
le nostre suore fanno di nuovo “comunitÀ”

il consiglio pastorale e il consiglio per gli affare economici

Santella di Lova
la santella di maria nascente a lova

don Andrea cobelli
don andrea… il mio primo parroco!

Aurora Ciglia
hanno ricevuto il battesimo

animali
cosa È il natale?pensiamoci durante l’avvento

presepe san francesco
concorso presepi 2015­2016

educare alla responsabilitÀ

alpini ossimo inf
toccante cerimonia al restaurato del monumento ai caduti

battesimo ossimo inf
hanno ricevuto il battesimo

asilo ossimo sup
uno per tutti tutti per uno

prima comunione ossimo 1956
immagini dal passato

organo ossimo sup.
inaugurato il restauro dell’organo

cappella cimitero ossimo sup.
la cappella del cimitero

battesimo ossimo sup
hanno ricevuto il battesimo

epifania
epifania manifestazione dell’amore del signore

corsi di massaggio infantile da 0 a 12 mesi

bambini congo
un grande “grazie” dal congo

la mediazione familiare: bilancio di un biennio di attivitÀ

defunto lozio
chiamati alla vita eterna

patrizia in Burkina Faso
crescere nel calore di una famiglia

p. giacomo rigali\
vale la pena spendersi finchÉ si puÒnotizie da padre giacomo

migranti del vangelo
migranti del vangelodalla vallecamonica al mondo

libro luca dalla palma
come una carta caduta dal mazzo: benvenuto!

solidarietÀ o giustizia?

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)
pardiborno@gmail.com - altri contatti
Dove siamo