Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

tutti gli articoli

Archivio Cüntómela

Cüntòmela con di TUTTO UN PO'

Come una carta caduta dal mazzo: BENVENUTO!

libro luca dalla palma

Se vi aspettate che vi racconti per filo e per segno di cosa parla il secondo romanzo del nostro Luca Dalla Palma, vi sbagliate di grosso.

Se c'è una cosa che mi fa veramente imbestialire è quando mi si racconta come va a finire un film o un libro.

Dovrebbe esserci una legge contro quelli che paiono provarci gusto a rovinarti la sorpresa.

Dovrete quindi fare lo sforzo di acquistarlo e avere il piacere di leggerlo per sapere tutto.

Il mio compito qui è solamente raccontare della serata del 17 ottobre scorso, quando Luca ha presentato la sua ultima fatica letteraria in Sala Congressi davanti a famigliari, curiosi, ma soprattutto davanti a tanti amici.

Non è facile, credetemi, affrontare una platea di quel tipo. Meglio avere davanti dei completi sconosciuti, ma Luca se l'è cavata brillantemente, come poi accade sempre quando c'è di mezzo lui.

Con lo stile scanzonato, pratico e brioso che usa anche nello scrivere ci ha raccontato chi sono per lui Michele, Paolo, Anna e Fatima, i personaggi così diversi che popolano le pagine del libro. Oltre che i personaggi del suo racconto, sono diventati anche dei veri e proprio compagni per Luca: si dice che quando si scrive una storia, la si vive un po’ in prima persona e questo è senza dubbio accaduto anche a Luca.

Assieme a Michele anche lui ha vissuto turbamenti, prove, la meraviglia dell’inaspettato e la paura dell’abbandono da parte di chi si ama; assieme a Paolo ha vissuto il senso di inadeguatezza davanti a cose incomprensibili e il vero significato dell’amicizia costi quel che costi; con Anna, Luca ha sperimentato le conseguenze di scelte poco azzeccate e giocato con le apparenze; con Fatima ha invece toccato con mano cosa significa l’apertura verso l’altro e l’accoglienza del “diverso”, se così si può dire.

Ha raccontato inoltre qual è la differenza che c’è tra lo scrivere un’ autobiografia (il suo primo libro “Un viaggio straordinario chiamato vita” lo è) e un romanzo.

Scrivere di sé è più facile dal punto di vista del materiale, dato che c’è poco da inventare e bisogna “solo” organizzare le idee e scegliere gli episodi, ma dal punto di vista emotivo è a volte dura rivivere anche solo con la memoria delle esperienze dolorose; scrivere un romanzo è l’esatto opposto, poiché si vivono le esperienze dei personaggi in modo più sereno e distaccato forse, ma allo stesso tempo bisogna fare un grande sforzo di immaginazione.

Luca ha mostrato di saper gestire egregiamente entrambe le sfide.

Il titolo del nuovo romanzo “Come una carta caduta dal mazzo” richiama un concetto che Luca ritiene essenziale: in una mano a briscola, anche le carte che sembrano inutili (come un due di bastoni qualsiasi) possono farti guadagnare un bel gruzzolo di punti, e perché no, farti vincere la partita.

Nessuna carta è priva di valore, ma ognuna è essenziale nel mazzo e può modificare le sorti del gioco. Ognuno di noi è come una carta. Non importa se siamo un asso di denari, un quattro di spade o un re di coppe. Ogni mano è buona per mostrare il proprio valore.

In questo romanzo entrano in gioco emozioni, esperienze e meccanismi molto diversi e allo stesso tempo armonici nel loro insieme.

È una storia di Fede, a tutti i livelli. Fede in Dio, fede nei propri amici, fede nelle proprie idee e fede nelle proprie possibilità. Se siamo in compagnia di chi ci ama, chi ci ama davvero, nulla ci è impossibile. Anche se ci sentiamo come uno scartino.

Annalisa


Natale 2015


copertina cuntomela

copertina

don francesco
natale: un unico amore offerto a tutti gli uomini

viaggio a cuba e negli stati uniti: papa francesco accolto come portatore di speranza

famiglia
la santa famiglia dimenticata

card. Sarah
dio o nientela lezione all'europa del cardinale sarah

politicamente scorrettoo capiamo o moriamo

la sconcertante potenza di gesÙ

logo giubileo
giubileo della misericordia

logo giubileo
tempo della misericordiama che cos'è la misericordia?

logo giubileo
preghiera di papa francesco per il giubileo

logo giubileo
per vivere il giubielo della misericordia

cresimati 2015
cresime e prime comunioni: pensieri ed emozioni


estate 2015

suore
le nostre suore fanno di nuovo “comunitÀ”

il consiglio pastorale e il consiglio per gli affare economici

Santella di Lova
la santella di maria nascente a lova

don Andrea cobelli
don andrea… il mio primo parroco!

Aurora Ciglia
hanno ricevuto il battesimo

animali
cosa È il natale?pensiamoci durante l’avvento

presepe san francesco
concorso presepi 2015­2016

educare alla responsabilitÀ

alpini ossimo inf
toccante cerimonia al restaurato del monumento ai caduti

battesimo ossimo inf
hanno ricevuto il battesimo

asilo ossimo sup
uno per tutti tutti per uno

prima comunione ossimo 1956
immagini dal passato

organo ossimo sup.
inaugurato il restauro dell’organo

cappella cimitero ossimo sup.
la cappella del cimitero

battesimo ossimo sup
hanno ricevuto il battesimo

epifania
epifania manifestazione dell’amore del signore

corsi di massaggio infantile da 0 a 12 mesi

bambini congo
un grande “grazie” dal congo

la mediazione familiare: bilancio di un biennio di attivitÀ

defunto lozio
chiamati alla vita eterna

patrizia in Burkina Faso
crescere nel calore di una famiglia

p. giacomo rigali\
vale la pena spendersi finchÉ si puÒnotizie da padre giacomo

migranti del vangelo
migranti del vangelodalla vallecamonica al mondo

libro luca dalla palma
come una carta caduta dal mazzo: benvenuto!

solidarietÀ o giustizia?

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)
pardiborno@gmail.com - altri contatti
Dove siamo