Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno Parrocchia san Giovanni Battista - Borno

24 gennaio 2021 Domenica della Parola di Dio, una festa con la Bibbia. Un’occasione speciale voluta dal Papa per rimettere al centro della vita, accanto all’Eucaristia, l’ascolto della Sacra Scrittura.

24-1-2021 domenica della parola
vedi sussidio
23-1-2021 def serafina zerla

Calendario SS. Messe e avvisi
dal 24 al 31 gennaio 2021


A venti anni dalla sua nomina, il Giornale di Brescia dedica un'intera pagina al card. Giovanni Battista Re

20-1-2021 card Re giornale di Brescia
vedi PDF
18-25 gen 2021 settimana preghiera per l'unità dei cristiani

Care sorelle e cari fratelli,
mai come in questo tempo abbiamo sentito il desiderio di farci vicini gli uni gli altri, insieme alle nostre comunità che sono in Italia. La sofferenza, la malattia, la morte, le difficoltà economiche di tanti, la distanza che ci separa, non vogliamo nascondano né diminuiscano la forza di essere uniti in Cristo Gesù, soprattutto dopo aver celebrato il Natale. La sua luce, infatti, è venuta ad illuminare la vita delle nostre comunità e del mondo intero: è luce di speranza, di pace, luce che indica un nuovo inizio. continua

donare

RACCOLTA FONDI A SOSTEGNO DELLE PERSONE IN DIFFICOLTÀ ECONOMICA
- Chiunque volesse contribuire può rivolgersi a don Paolo o effettuare un bonifico sul conto corrente della Parrocchia di Borno: UBI BANCA – Filiale di Borno, IBAN: IT50I 03111 54120 000 000 002368, con causale “Sostegno alle famiglie in difficoltà”.
- Chi avesse bisogno di questo contributo lo può fare rivolgendosi direttamente al Parroco don Paolo (di persona o telefonando al n. 3391429672) che garantisce la massima attenzione e discrezione.
Si ringraziano le persone che hanno già fatto pervenire somme di denaro a don Paolo.

Si possono prenotare le INTENZIONI DELLE S. MESSE DEL 2021.
Nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10.30 alle 12.00 è garantita la presenza di un incaricato in canonica a Borno, oppure si può telefonare al nr. 036441012.
Per OSSIMO INFERIORE E OSSIMO SUPERIORE si possono anche consegnare ai sacerdoti o ai sacristi prima o dopo le s. Messe.

Perché far celebrare delle sante messe secondo l’intenzione di un offerente?
La Chiesa fin dagli inizi ha sempre favorito la preghiera in suffragio dei defunti come espressione di un legame d’affetto nella fede che ci lega a quanti sono morti. Sant’Agostino nelle Confessioni, la sua autobiografia, riferisce questo episodio: sua madre, Santa Monica, prima di morire, gli aveva raccomandato: "Seppellite pure questo mio corpo dove volete, senza darvi pena. Di una una sola cosa vi prego: ricordatevi di me, dovunque siate, dinanzi all’altare del Signore". (Confessioni 9,11, 27)
L’azione più grande ed efficace è la Messa nella quale Gesù unico mediatore intercede presso il Padre celeste per i viventi ed i defunti. Egli ha preso su di sè tutti i peccati, di tutti gli uomini, viventi o defunti che siano. Ogni Messa è sempre il rinnovarsi della Pasqua di Morte e Resurrezione di Gesù Cristo. In Lui, spiritualmente, ci mettiamo in relazione con i nostri cari viventi o defunti.
L’offerta che si da per la Messa è, infine, un modo per esprimere la propria gratitudine destinando dei soldi per le opere della Parrocchia, per i poveri, sempre per il bene delle persone defunte: "non fiori ma opere di bene" si dice popolarmente.

1 Gennaio 2021
LA CULTURA DELLA CURA COME PERCORSO DI PACE

Alle soglie del nuovo anno, desidero porgere i miei più rispettosi saluti ai Capi di Stato e di Governo, ai responsabili delle Organizzazioni internazionali, ai leaders pirituali e ai fedeli delle varie religioni, agli uomini e alle donne di buona volontà. A tutti rivolgo i miei migliori auguri, affinché quest’anno possa far progredire l’umanità sulla via della fraternità, della giustizia e della pace fra le persone, le comunità, i popoli e gli Stati.
Continua a leggere il Messaggio per la Giornata mondiale della Pace

modifiche messale

Dalla prima domenica di Avvento (29 novembre 2020) entra in uso il nuovo Messale, il libro che contiene la norma per la celebrazione di tutta l’assemblea. Vanno assunte subito alcune modifiche che riguardano alcune preghiere.

Ecco le espressioni delle preghiere che cambiano per l’assemblea:
CONFESSO - L’atto penitenziale ha un’aggiunta “inclusiva”. Diremo: «Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli e sorelle...».
GLORIA - Il Gloria avrà la nuova formulazione: «pace in terra agli uomini amati dal Signore» che sostituisce gli “uomini di buona volontà”.
PADRE NOSTRO - Nel nuovo Messale si inserisce un “anche”, «come anche noi li rimettiamo». Poi non ci sarà più “E non ci indurre in tentazione”, ma «Non abbandonarci alla tentazione».

Sono convinto che stiamo vivendo un'emergenza spirituale, non solo un'emergenza sanitaria, non solo un'emergenza sociale; cioè il nostro spirito si sta inaridendo nelle preoccupazioni, nelle banalità, nell'inseguirsi delle informazioni. Perciò io propongo di reagire all'emergenza spirituale, accogliendo la Grazia dello Spirito Santo: questa accoglienza si chiama anzitutto preghiera!
(mons Delpini Arcivescovo di Milano)

Delpini milano

INDICAZIONI PER PARTECIPARE ALLA SANTA MESSA

L’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri non vieta la celebrazione delle sante Messe e neanche la partecipazione dei fedeli. Dal 6 novembre chi desidera partecipare alla santa Messa dovrà, però, essere munito di AUTOCERTIFICAZIONE con causale “situazione di necessità” in caso venga controllato dalle forze di polizia. Come fatto fin d’ora, è necessario rispettare scrupolosamente le indicazioni fornite dalle autorità per prevenire il contagio da covid-19: utilizzo corretto della mascherina, distanza di sicurezza, igienizzazione delle mani, attenzione a non creare assembramenti all’ingresso e all’uscita della chiesa. Grazie a tutti per la collaborazione.

COMUNICATO DEL VESCOVO PIERANTONIO ALLE PARROCCHIE DELLA DIOCESI

“Pensando ai Ministri del popolo di Dio e al loro prezioso ministero, al fine di promuovere sempre di più questo stile di vita che deriva dal primato della grazia, che punta sull’energia dello Spirito e le permette di dispiegarsi anzitutto nei cuori (abbiamo bisogno di una pastorale umile e appassionata), ho chiesto che con l’inizio di questo prossimo anno pastorale ogni giovedì mattina venisse dedicato ad attività che contribuissero alla coltivazione della propria vita spirituale: raccoglimento e preghiera, meditazione della Parola di Dio, letture arricchenti, fraternità e amicizia, giusto riposo. Il giovedì mattina sarà totalmente dedicato a questa formazione spirituale: non si celebreranno funerali – salvo eccezioni ben valutate – e si dovrà prevedere la celebrazione eucaristica sempre alla sera. Sono certo che i fedeli delle nostre parrocchie sapranno comprendere e apprezzare una simile decisione, che forse chiederà loro qualche sacrificio ma che ritornerà a beneficio dei loro pastori”.

dalla lettera pastorale “Non Potremo Dimenticare. La voce dello Spirito in un tempo di prova”
ottobre 2020

chiesa bornoAlcune foto mostrano la necessità e l'urgenza dei lavori al sottotetto della nostra chiesa di Borno.

“... perché Dio ama chi dona con gioia” (San Paolo, 2 Cor 9,7)
Se vuoi contribuire al restauro della chiesa parrocchiale di Borno puoi farlo tramite bonifico bancario IBAN: IT50I 03111 54120 000 000 002368 (causale: lavori di ristrutturazione della chiesa)

Alcune attenzioni da avere per partecipare alla S. Messa.

Alcuni volontari aiuteranno al rispetto delle indicazioni.

In questa fase di ripresa, per coloro che temono contagio, rimane l’assolvimento del precetto ascoltando la messa festiva alla radio o alla tv.

prontuario per le messe

casa comunità
Il cantiere della chiesa


casa delle suoreCasa vacanze a Borno

casa sant`anna a palineCasa vacanze a Paline

casa vacanze a lozioCasa vacanze a Villa di Lozio

Chiesa  di s. Antonio Borno
Chiesa di s. Antonio

Gruppo RnS Borno


archivio avvisi

 

Parrocchia San Giovanni Battista - Borno (BS)